vairo

LA STELLA DI VAIRO LENTI TORNA A BRILLARE NEL FIRMAMENTO PUGILISTICO DI LIVORNO

Un campione, certe volte, per trovare nuovi stimoli, ha bisogno di cambiare pelle e Vairo Lenti, pugile di razza, per riproporsi di nuovo hai suoi sostenitori ha voluto cambiare casacca societaria indossando quella della Fight Gym Grosseto tramite la filiale Livornese del Boxing Club Livorno del Tecnico Luca Giusti. Con Vairo ha trovato posto nella struttura societaria il padre Roberto, anche lui istruttore di pugilato e già ottimo pugile  agonista, che lo cura sotto l’aspetto tecnico. Vairo Lenti, appena sedicenne debutta nel 2008, vincendo sul ring di Genova il suo primo incontro, ne perde altri successivamente, ma poi decolla, grazie alla sua limpida classe e il suo abile giuoco di gambe che gli permetto di andare a segno e con colpi punto ed evitare la reazione degli avversari. Fa vittime illustri, quali Davide Festosi e Dario Vangeli, viene convocato agli allenamenti della Nazionale e costruisce un cospicuo record di 43 vittorie, 18 sconfitte e 4 pareggi sui 65 incontri effettuati fino al dicembre 2012. Da qui la sua attività diventa minima, si interrompe continuamente, appena due combattimenti persi nel 2013  e altri 6 match fino al luglio 2014 che lo portano al suo record totale di 45 vittorie 5 pareggi e 22 sconfitte. Demotivato dopo il pareggio in terra ligure nel luglio dello scorso anno contro il bravo Rosario Certo si prende una pausa di riflessione e abbandona la palestra. Vairo Lenti è un campione di razza e a suo padre che nel pugilato ormai ci sguazza da anni, non sfuggono le qualità naturali del figlio e gli crea gli stimoli giusti rinnovandogli l’ambiente che lo circonda. Vairo, raccoglie e si entusiasma e si prepara con rinnovata passione per il suo rientro che avviene l’11 aprile a Livorno contro Anderson Zuniga Molina ottime pugile pescarese in procinto di passare professionista vincendo per squalifica alla terza ripresa in un match dove la sua vittoria non è mai stata in discussione. Bissa il successo la settimana dopo a Castiglion Fiorentino nel derby contro il cecinese Alessio Mastromatteo. Con le motivazioni si rinnovano anche le ambizioni e Vairo Lenti punta a partecipare da protagonista al torneo nazionale del “Guanto d’oro” che si terrà a fine giugno in Calabria e intanto ha lo sguardo rivolto anche al mondo professionistico. Amedeo Raffi, Presidente della Fight Gym Grosseto e Raffaele D’Amico Tecnico responsabile della struttura non hanno dubbi sulle possibilità del pugile labronico e mettono a disposizione, con entusiasmo, la loro esperienza per raggiungere gli obbiettivi prefissati.

11152344_599076590228123_7089310800430730684_n

Marin Pitel, 15 anni, della Fight Gym Grosseto, vola in finale al torneo esordienti di pugilato a Mondovì.

Marin Pitel, appena quindicenne, di origine moldava, pugile junior nella categoria dei kg. 54, preparato dal tecnico Raffaele D’Amico, a Mondovì in provincia di Cuneo, dove è in svolgimento la fase finale del torneo esordienti, batte nettamente ai punti, in semifinale, il romano Musto Cristiano e vola così in finale dove troverà il siciliano Gioele Barone che ha eliminato il campano Ludovico Lombardi.  Marin Pitel ha potuto partecipare alla fase finale del torneo per aver battuto nella fase interregionale svoltasi a Livorno lo scorso mese di marzo, il fiorentino Di Rocco Michele.

IMG-20150322-WA0001

ESORDIO DEL PUGILE ELITE VAIRO LENTI CON I COLORI DELLA FIGHT GYM GROSSETO SETTORE BOXING CLUB LIVORNO

Un Vairo Lenti tutto tirato a lucido dal padre Roberto e Luca Giusti, i due tecnici che coltivano nuove leve nella neonata palestra livornese: “Boxing Club Livorno”, attende l’inizio di questo nuovo cammino guardando a traguardi ambiziosi. Vairo, ovviamente, è concentrato sulla prova che l’attende domani sabato 11 aprile a Livorno presso la palestra Gymnasium di viale Carducci che lo vede opposto a Zuniga Molina Anderson. Match impegnativo contro il bravo abruzzese in procinto passare professionista. Vairo rientra dopo un lungo periodo di inattività e precisamente dal luglio dello scorso anno ove a Sanremo ottenne un pareggio contro il battagliero Rosario Certo. Il ragazzo si appresta ad affrontare questa nuova fase della propria storia pugilistica con le forti motivazioni proprie delle nuove scelte di vita e che la vicinanza del padre, già campione degli anni passati, possono sicuramente favorire. Già il sabato successivo Vairo sarà impegnato a Castiglion Fiorentino in un derby tutto livornese contro il cecinese Alessio Mastromatteo e gli impegni si susseguiranno fino alla partecipazione al “Guanto d’oro” a cui punta di arrivare tra i favoriti. La Fight Gym Grosseto è orgogliosa di far esordire Vairo Lenti con i propri colori nella città labronica dove si allena nella palestra del Boxing Club Livorno di Luca Giusti.