gruppo

GRANDE SUCCESSO DELLA FIGHT GYM GROSSETO AL PALAZZETTO DELLO SPORT DI VIA LAGO DI VARANO

Successo di pubblico al palazzetto dello sport di via Lago di Varano a Grosseto che per la prima volta ha ospitato una riunione di pugilato patrocinata dall’Amministrazione Comunale di Grosseto. La manifestazione curata dalla Fight Gym Grosseto con il supporto della Rovani Group che anche in questa occasione ha garantito la sicurezza si è svolta in un clima di festa e di partecipazione della tifoseria che ha supportato le ottime prove della squadra maremmana preparata da Raffaele D’Amico, Emanuela Pantani e Giulio Bovicelli. Per la quindicenne Eleonora Guercioli, che ha aperto la manifestazione, è stato un ottimo esordio sul ring casalingo che vinto i primi timori ha prevalso sulla coetanea abruzzese Patrizia Borgheggiani ben più esperta con i suoi otto incontri effettuati. Il secondo incontro vedeva la sconfitta del pugile di casa Marin Pitel che dopo un ottima prima ripresa in cui dominava nettamente non riusciva a mantenere il ritmo nelle riprese successive lasciando il successo al senese Nicolò Mancini a cui di misura andava il verdetto. Nel successivo incontro era il pugile di casa Halit Eryilmaz a far propria la prova a spese dell’abruzzese Francesco D’Alessandro in un confronto altamente agonistico dove aveva la meglio il maggiore allungo del giovane turco della palestra grossetana. A chiudere la prima parte della manifestazione arrivava la prestazione di Elisa Mariani reduce dai campionati italiani, dove è stata fermata in semifinale dalla vice campionessa del mondo Terry Gordini, che prevaleva su Sonia Fracassi. La serata riprendeva con   Cristina Grosu, argento al guanto d’oro 2015, che superava al la pari peso Celeste Rapattoni. Nei kg. 81 Marco Letteri dava vita a una vera battaglia e si guadagnava il verdetto a spese del giovane Giuseppe D’Andrea. Era il turno degli elite con le vittorie di Riccardo Cimmino, che per la prima volta combatteva a Grosseto senza il casco protettivo sull’ottimo Mattia Amicone e di Simone Giorgetti che si imponeva per ferita sul campione toscano 2015 Filippo Rimanti alla seconda ripresa in un match che lo aveva visto sempre prevalere. Il presidente Amedeo Raffi ringrazia il Vicesindaco Paolo Borghi che ha collaborato fattivamente alla manifestazione individuando questo impianto che si è dimostrato un ottima location per questo tipo di manifestazione e la presidente dell’A.S. Pallamano Grosseto Maria Carmela Rispoli che gentilmente lo ha messo a disposizione nonché gli sponsor che hanno contributo alla realizzazione dell’evento con la Coldiretti e l’Ascom Confcommercio.

Risultati:

Kg. 57 – Guercioli Eleonora (A.S.D. Fight Gym Grosseto) v.p. vs. Borgheggiani Patrizia (A.S.D. Di Giacomo);

Kg. 54 – Nocciolini Nicolò (A.S.D.Boxe Siena Mens Sana) v.p. vs. Pitel Marin (A.S.D. Fight Gym Grosseto);

Kg. 56 – Eryilmaz Halit (A.S.D. Fight Gym Grosseto) v.p. vs. D’Alessandro Francesco (A.S.D. Di Giacomo);

Kg. 51 – Mariani Elisa (A.S.D. Fight Gym Grosseto) v.p. vs. Fracassi Sonia (A.S.D. Di Giacomo);

Kg. 81 – Letteri Marco (A.S.D. Fight Gym Grosseto) v.p. vs. D’andrea Giuseppe (A.S.D. Pugilistica Rosetana);

Kg. 57 – Grosu Cristina (A.S.D. Fight Gym Grosseto) v.p. vs. Rapattoni Celeste (A.S.D. Di Giacomo);

Kg. 64 – Cimmino Riccardo (A.S.D. Fight Gym Grosseto) v.p. vs. Amicone Mattia (A.S.D. Majestic);

Kg. 75 – Giorgetti Simone (A.S.D. Fight Gym Grosseto) v. kotJ vs. Rimanti Filippo (A.S.D. Pugilistica Lucchese);

Commissario di riunione: Gioia Tancredi;

Arbitri e giudici: Dario Bibbiani, Nicola Parrino, Paolo Ruggeri, Roberto Tommasini;

Medico di riunione: Dott. Orioli Stefano;

Cronometristi: Iadimarco Giuseppe, Minozzi Claudio

riccardo

RICCARDO D’ANDREA PUGILE ADOTATTATO DAL PUBBLICO SPORTIVO GROSSETANO A “RIO” CI VUOLE ESSERE

La conoscenza con il conseguente rapporto di amicizia ricco di stima e affetto nei confronti di Riccardo D’Andrea avviene quasi per caso qualche anno fa… quando con tanta determinazione, che solo nel sud si può trovare in giovani ragazzi di quell’età, unitamente al lavoro o agli studi nutriva un profondo amore verso il pugilato in cui cercava spazi consoni alle sue possibilità. Oggi quel sogno si sta concretizzando in qualcosa di più reale, e non posso che essere fiero per aver incitato i suoi sacrifici sin dagli inizi e durante anche alti e bassi nella sua carriera. Involontariamente dunque si è creato un forte legame con la città di Grosseto, dove ha partecipato diverse volte a manifestazioni pugilistiche anche con la canotta della nazionale e più volte si è unito alle spedizioni che la squadra grossetana ha fatto all’estero. Per questo ho voluto rendere compartecipi i suoi tifosi delle possibilità di raggiungere Rio in occasione dei prossimi Giochi Olimpici

AR: ora che sei ormai un titolare della nazionale come vivi questo ruolo?

RD: In uno sport così duro è più che necessario avere forti sostenitori, il mio primo maestro di società Ercole Morello ha fatto un grande lavoro con me spesso più psicologico che fisico, in più sin dall’inizio gli amici Raffi e D’Amico e Grosseto tutta mi ha dato man forte nella boxe. Quando venni la prima volta a Grosseto non avevo la minima idea di poter arrivare a questi livelli, devo dire che il rapporto con i compagni di squadra ad Assisi è fantastico, a livello familiare. Abbiamo dei tecnici che si prendono cura di noi come figli, il Ct Bergamasco ci mette l’anima per tirar fuori tutto da noi, è una persona eccezionale, come grande stima ho del nostro Robertone nazionale, Cammarelle, atleta simbolo della nazione e persona umile e splendida, vorrei dedicargli davvero con tutto il cuore una grande vittoria in futuro…

AR: Ed ora? Una grande novità che lo coinvolge, vediamo nel dettaglio:

RD: È di pochi giorni fa la notizia per cui la franchigia polacca (Hussars Polland) mi ha inserito nella loro scuderia per partecipare alla sesta edizione delle World Series of Boxing.

AR: non è il primo anno per cui partecipi nelle wsb vero?

RD: Sarà la mia terza stagione in questo splendido tornei, dove ho affrontato pugili di alto livello tra cui l’attuale campione del mondo dei 56kg Conlan in America, dove persi davvero di un soffio…

AR: per te avrà un doppio effetto questa edizione, perche?

RD: oltre a mettermi in mostra in campo internazionale e affrontare sfide di valore, la partecipazione a questa rassegna mi consentirà grazie agli incontri disputati nelle scorse edizioni di poter prendere parte con la nazionale al torneo di qualificazione olimpica che si terrà in maggio in Bulgaria, dedicato appunto ad atleti del circuito APB/WSB. Per cui quel periodo sarà fondamentale per me, dovrò essere nel pieno delle forze per strappare il pass per Rio2016, quello che prima per me era solo un sogno voglio che ora sia realtà.

AR: augurandoti di arrivare a questo tuo obiettivo, quale saranno i tuoi programmi futuri?

RD: come molti atleti della nazionale sono in forza in un gruppo sportivo, la forestale nel mio caso, che ringrazio e mi da la possibilità di esercitare la mia passione a pieno senza disturbi di altri genere.

Però devo dire che da quando nel dilettantismo non esiste più il famoso caschetto, mi sento molto più a mio agio, sono sciuro che tornerò ancora a combattere a Grosseto , in un futuro come quasi tutti i pugili vorrei approcciarmi al professionismo e so che anche in questo la città maremmana potrebbe darmi una spinta in più…

Nella foto da sx a dx Riccardo D’Andrea, Paul Malignaggi, Domenico Valentino, Amedeo Raffi

Fighy-Gym-Volantino

CON LA FIGHT GYM GROSSETO IL PUGILATO AL PALAZZETTO DELLO SPORT DI VIA LAGO DI VARANO SABATO 19 DICEMBRE ALLE ORE 21

La Fight Gym Grosseto in collaborazione del “Rovani Group”, nota impresa che garantisce la sicurezza dei cittadini in molteplici settori e grazie all’impegno dell’Assessore allo Sport Paolo Borghi che grazie al suo impegno ha trovato nel Palazzetto dello Sport di via Lago di Varano, gentilmente messo a disposizione dal gestore Associazione sportiva Pallamano, una innovativa e valida location per presentare al pubblico grossetano una manifestazione di pugilato che vede impegnati ben dodici pugili maschi e femmine dai quindici ai trent’anni contro una squadra che rappresenterà più regioni d’Italia. Questo impegno organizzativo, a cui l’Amministrazione Comunale non ha fatto mancare il proprio patrocinio, arriva a chiusura di un intenso anno dove i pugili allenati dallo staff guidato dal maestro Raffaele D’Amico, hanno combattuto in tutti i tornei indetti dalla Federazione Pugilistica Italiana conquistando un guanto d’oro nella cat. 64 settore maschile con Vairo lentie un guanto d’argento nella categoria kg. 54 femminile con Cristina Grosu, fino ad un oro in un torneo AIBA in Spagna nei kg. 69 con Simone Giorgetti: Amedeo Raffi, presidente della Fight Gym Grosseto, anche in questa occasione ha cercato di fortificare il legame di questo sport tradizionale per il nostro territorio, con le associazione dei commercianti ASCO ConfCommercio e la Coldiretti, impegnata in questo momento a valorizzare i prodotti della filiera corta. Lo spettacolo dei forti pugili grossetani sarà offerto ancora una volta a titolo gratuito nella speranza che i tifosi accorrano numerosi a sostenere le loro prestazioni.

IMG-20151130-WA0001

LA FIGHT GYM GROSSETO PRESENTE AGLI ASSOLUTI DI PUGILATO 2015 CON DUE PUGILI AL FEMMINILE

La presenza ai campionati assoluti di pugilato che si svolgeranno a Roseto degli Abruzzi dal 03 all’08 dicembre è assicurata alla Fight Gym di Grosseto dalla partecipazione delle atlete Elisa Mariani nei kg. 51 e Cristina Grosu nei kg. 57. Grande la soddisfazione per Amedeo Raffi, presidente del sodalizio maremmano, che vede le due allieve di Raffaele D’Amico ed Emanuela Pantani proiettarsi in questa finale nazionale in cui le prime otto atlete di ogni categoria di peso si contenderanno il titolo di campione d’Italia. Mentre per Cristina Grosu, già seconda al guanto d’oro nazionale, era un atto dovuto l’inserimento fra le migliori d’Italia, di Elisa Mariani è stata una vera sorpresa in quanto la ragazza ha esordito al pugilato appena a maggio di quest’anno effettuando 6 incontri con ben 5 vittorie. Il compito non sarà facile per entrambe, ma fiduciosi in un loro impegno totale, non ci rimane che augurare alle due pugilesse un grande in bocca al lupo.