garciahalit

I PUGILI DELLA FIGHT GYM GROSSETO HALIT ERYILMAZ E GABRIEL GARCIA VITTORIOSI A MALTA

La Fight Gym Grosseto ha partecipato con due propri pugili alla manifestazione internazionale dilettantistica ospitata a Malta domenica 28 aprile che vedeva la presenza, oltre a quelli locali, di pugili italiani, israeliani, olandesi e polacchi. Gabriel Garcia nei kg. 69 elite e Halit Eryilmaz nei kg. 56 elite hanno affrontato rispettivamente i paripeso polacchi Jakub Nasilowski e Radoslaw Rudiuk, imponendosi ai punti. Prestazioni di alto livello per i due portacolori della palestra grossetana, ove il primo si è fatto valere per la fantasia tipica del suo pugilato e il secondo per la tecnica sopraffina e la velocità di esecuzione, che hanno ricevuto il visibile consenso sia del pubblico che degli addetti ai lavori.

halit-kalambay2_n

HALIT ERYILMAZ IN AZZURRO AL TORNEO INTERNAZIONALE “MEMORIAL VLLAZNIA” IN ALBANIA

Halit Eryilmaz è in Albania con la prima squadra della Nazionale Azzurra accompagnato dai Tecnici Federali Sumbu Kalambay e Fabrizio Cappai per partecipare al torneo internazionale “Memorial Vllaznia 2019” in programma a Shkodra in Albania da domani 3 a Domenica 8 aprile. Grande opportunità per il pugile della Fight Gym Grosseto allenato da Raffaele D’Amico a cui il presidente Amedeo Raffi crede in modo particolare. Indossare l’azzurro per il pugile grossetano, di origine turca è diventata oramai una consuetudine e lui è consapevole che queste sono occasioni utili alla sua crescita e necessarie a raggiungere quei traguardi a cui lui aspira.

pisano2_n

JONATHAN PISANO DELLA FIGHT GYM GROSSETO ORO AL TORNEO ITALIA DI PUGILATO

Al Torneo Italia indetto dalla FPI per selezionare i giovani talenti da inserire nelle nazionali giovanili, effettuatosi a Cascia dal29 al 31 marzo Jonathan Pisano nella categoria kg. 105 ha conquistato l’oro superando nella finale il campano Mattia Picariello per sospensione cautelare alla seconda ripresa: Dopo una prima ripresa se pure più equilibrata ma vinta dal giovane allievo di Raffaele D’Amico, questi ingranava la marcia e arrivava con pesanti destri al volto dell’avversario il cui angolo decideva per la sospensione della prova. Con questa vittoria si aprono ampie prospettive per il torello maremmano. Gabriele Crabargiu nella categoria dei 48 kg juniores conquistava l’argento, dopo aver vinto il primo match contro il lombardo Christian Mulas e decretato sconfitto nella finale contro il campano Andrii Ilika da un verdetto assurdo dove due giurati lo vedevano vincitore in tutte le riprese e altri due giurati sconfitto nelle stesse riprese, decisivo il quinto giudice che assegnava la vittoria per 29 a 28 all’avversario fra i fischi del pubblico presente.