Cristina-Grosu-podio-pugilato

Grosu si ferma in finale. Secondo posto nel Guanto d’oro

Finale con sconfitta per Cristina Grosu, l’atleta portacolori della Fight Gym Grosseto, impegnata a Soriano del Cimino, in provincia di Viterbo, nel Guanto d’oro, il prestigioso torneo di pugilato riservato alle migliori otto under 31 di ogni categoria di peso. Cristina ha raggiunto la finale nei 57 chilogrammi, incrociando i guantoni contro Francesca Pietrolungo, dopo aver battuto Serena Summa e Hind Cherifi. L’atleta della società maremmana ha subito nella prima parte dell’incontro l’iniziativa dell’avversaria, ma è rimasta comunque nel match, con un bel crescendo che le ha consentito di aggiudicarsi la quarta e ultima ripresa. Per certi aspetti, quindi, considerando l’esperienza e il valore dell’avversaria, Cristina Grosu è andata al di là delle proprie aspettative. Il verdetto ha premiato Francesca Pietrolungo ai punti, ma determinante è stato il giudizio del terzo giudice che ha spostato l’ago della bilancia in favore della laziale. Per la giovane della Fight Gym, un’esperienza importante e un secondo posto che le consente di passare elite di prima categoria. Aspetto quest’ultimo che fornirà l’opportunità di partecipare ai campionati assoluti in programma a dicembre. «Cristina è giovane e avrà modo di rifarsi al più presto – commenta il presidente della Fight Gym Amedeo Raffi -. Ha solo 20 anni e tante opportunità da sfruttare. Il secondo posto ottenuto nel Guanto d’oro è un ottimo risultato che testimonia la crescita della nostra atleta».

 

grosu bovicelli

CRISTINA GROSU RAPPRESENTERA’ LA FIGHT GYM GROSSETO AL GUANTO D’ORO FEMMINILE.

Dal 17 al 19 luglio si svolgerà a Soriano nel Cimino in provincia di Viterbo il Guanto d’oro femminile. L’importante torneo di pugilato, secondo solo agli assoluti, è riservato alle migliori otto under 31 di ogni categoria di peso. La Fight Gym Grosseto sarà presente con la sua pugile Cristina Grosu nella categoria dei kg. 57. Dopo la conquista del prestigioso trofeo nella categoria maschile dei kg. 64 con Vairo Lenti, l’affermato sodalizio di via Della Repubblica non nasconde le mire di successo anche in quello femminile . Cristina Grosu di origine moldava, ma ormai grossetana di adozione si presenta come la pugile più giovane della sua categoria, ma anche quella con il miglior rapporto, in percentuale, di vittorie rispetto agli incontri effettuati.  Dato quest’ultimo che le dovrebbe permettere di partire come testa di serie. Cristina Grosu sta ultimando la sua preparazione in modo meticoloso sotto la stretta sorveglianza di Emanuela Pantani e Raffaele D’amico per non lasciar niente di intentato nella strada che porta alla conquista del trofeo dorato.